Si prevede che le dimensioni del mercato globale dei farmaci anti-infiammatori biologici raggiungeranno i 149,80 miliardi di dollari entro il 2027, esibendo un CAGR dell’11,0% durante il periodo di previsione. L’indicazione di un surplus infiammatorio nei pazienti con COVID-19 insieme a numerosi neutrofili e macrofagi farà rivivere le prospettive di crescita per la quota di mercato dei prodotti biologici antinfiammatori durante il periodo di previsione. Le sperimentazioni in corso per gli anticorpi anti-fattore di necrosi tumorale (TNF) nei casi gravi di malattie infiammatorie autoimmuni come l’artrite reumatoide, la malattia infiammatoria intestinale o la spondilite anchilosante aiuteranno la rapida espansione del mercato durante il periodo di previsione, menzionato da Fortune Business Insights , in un rapporto, intitolato “Dimensioni del mercato, azioni e analisi del settore dei prodotti biologici antinfiammatori, per classe di farmaci (fattore di necrosi antitumorale (TNF), antagonisti dell’interleuchina, inibitori della Janus Kinase (JAK), altri), per applicazione (artrite reumatoide , psoriasi e altri), per via di somministrazione (orale e per iniezione (sottocutanea e endovenosa)), per canale di distribuzione (farmacia ospedaliera al dettaglio e farmacia online) e previsioni regionali, 2020-2027″ la dimensione del mercato si è attestata a USD 64,84 miliardi nel 2019.

Ottieni un opuscolo PDF di esempio:
www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/sample/anti-infiammatori-biologics-market-102733

Malattie per favorire la crescita
L’aumento dei casi di malattie infiammatorie autoimmuni come psoriasi, artrite reumatoide, spondilite anchilosante, malattie infiammatorie intestinali, colite ulcerosa e altre è un fattore chiave che guida il mercato dei biologici antinfiammatori. Secondo la National Psoriasis Foundation, nel 2017 si stima che 125 milioni di persone in tutto il mondo avessero la psoriasi. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’artrosi è una delle dieci malattie più invalidanti nei paesi sviluppati, che colpisce il 9,6% degli uomini e il 18,0% delle donne di età superiore ai 60 anni nel mondo. Inoltre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma anche che l’80% di quelli con osteoartrosi avrà limitazioni nei movimenti e il 25% non può svolgere le principali attività quotidiane della vita. Inoltre, la rapida adozione di farmaci biologici per il trattamento delle malattie infiammatorie sosterrà la traiettoria del mercato nel prossimo futuro.

Mancanza di consapevolezza riguardo ai prodotti biologici per ostacolare il mercato
La mancanza di consapevolezza riguardo ai biologici come trattamento efficace della psoriasi e dell’artrite reumatoide è un fattore chiave che limita la crescita del mercato. I farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) come il metotrexato sono usati come prima linea di trattamento per l’artrite reumatoide. Mentre nella psoriasi i farmaci topici come i corticosteroidi, gli analoghi della vitamina D sono usati come prima linea di trattamento. Considerando che i biologici sono usati come terza linea di trattamento per entrambe le malattie. La parzialità verso i farmaci antireumatici modificanti la malattia e lo sfavore per i biologici ostacoleranno la quota di mercato durante il periodo di previsione.

Parla con il nostro analista:
www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/speak-to-analyst/anti-infiammatori-biologics-market-102733

Driver di mercato:
Percorsi in corso per la terapia del fattore di necrosi antitumorale a beneficio dei pazienti COVID-19
I crescenti investimenti in ricerca e sviluppo da parte dei principali attori per lo sviluppo dei prodotti biologici promuoveranno la crescita del mercato nei prossimi anni. Il numero crescente di decessi per coronavirus (COVID-19) ha spinto le aziende farmaceutiche a investire in potenziali farmaci candidati. La crescente importanza del TNF nelle reazioni infiammatorie acute avrà un impatto positivo sul mercato. Allo stesso modo, la ricerca in corso per la terapia anti-TNF nei pazienti con COVID-19 per contrastare e prevenire influenzerà enormemente il mercato nei prossimi anni. Inoltre, l’avvento di nuove terapie biologiche e anticorpi monoclonali da parte dei giganti biofarmaceutici faciliterà la sana crescita del mercato durante il periodo di previsione. Ad esempio, nel dicembre 2019, UCB SA, una multinazionale biofarmaceutica, ha annunciato i risultati positivi dello studio clinico di fase 3 su Bimekizumab per il trattamento della psoriasi. Inoltre, l’escalation delle applicazioni dei farmaci biologici esistenti per malattie antinfiammatorie rare come il lupus, la sclerosi sistemica diffusa e altre aumenterà gli scenari commerciali del mercato

Chi siamo:
Fortune Business Insights™ fornisce dati accurati e analisi aziendali innovative, aiutando le organizzazioni di tutte le dimensioni a prendere decisioni appropriate. Adattiamo nuove soluzioni per i nostri clienti, aiutandoli ad affrontare varie sfide distinte per le loro attività. Il nostro obiettivo è fornire loro informazioni di mercato olistiche, fornendo una panoramica dettagliata del mercato in cui operano.
Contattaci:
Fortune Business Insights™ Pvt. srl
USA :+1 424 253 0390
Regno Unito: +44 2071 939123
APAC: +91 744 740 1245
E-mail: [email protected]